Animali Totem

Il dono del lupo

wolf 1

Dopo un fine settimana in Brianza per condurre i nostri seminari, domenica sera io ed Enrica sulla strada del ritorno a ormai pochi kilometri da casa, abbiamo incontrato due lupi che scorazzavano sulla strada. Appena ci hanno visto si sono calati giù per un fosso. Ci siamo fermati per guardarli e immediatamente il maschio è ritornato in strada, ha corso per qualche centinaio di metri e poi si è fermato a guardarci. Voleva distrarci dalla sua femmina. Lo abbiamo fissato, seguito nuovamente e ammirato mentre più avanti si allontanava dalla strada in direzione della sua compagna. Ci sentiamo grati per aver avuto la possibilità di poter vedere due lupi allo stato brado, dal vivo, a pochi metri da noi, ma ancora di più, siamo grati per la benedizione che la loro comparsa come totem messaggeri significa. Mi spiego; il lavoro in Brianza è stato il primo in quella zona e sempre per la prima volta Enrica è venuta con me in una trasferta. La cosa bella e innovativa di questo viaggio per tenere dei seminari in un’altra città, non è solo stata la presenza della mia compagna, la quale era comunque stata presente a diversi seminari tenuti presso il nostro villaggio. Il fatto nuovo è stato che Enrica sta manifestando una padronanza nel prendere la parola, non più nel ruolo di partecipante o di compagna del conduttore, ma in quello di vera e propria conduttrice, in quello di guida, in quello di maestro che, come me, condivide le proprie conoscenze con gli altri. Nella simbologia sciamanica, il lupo è l’animale totem che rappresenta il maestro spirituale e quindi, quando esso si manifesta davanti a noi, ci dona il messaggio che siamo stati benedetti dalla sua medicina, dal suo potere e dalle sue qualità che, come un riflesso, ci appartengono e ormai fanno parte di noi. Grazie quindi alla comparsa di una coppia di lupi, la loro medicina è ora consacrata davanti al Grande Spirito nella nostra coppia, in me ed Enrica, insieme. Grazie lupi!

Annunci